#Sharon “Per un battito di ciglia”

Gerusalemme, 13-1-2006 . Il mio ricordo dell’ultimo dei 9 giorni passati davanti all’ospedale Hadassah dove Sharon era ricoverato dopo l’ictus. Arik è ancora addormentato. Non ha aperto gli occhi. Ma attorno al suo letto, dietro quelle 3 persiane abbassate nella sala della terapia intensiva,  medici e parenti oggi hanno esultato. Perché per la prima volta […]