UNA COLPA CONDIVISA. #ISRAELE #HAMAS #GAZA #STRAGEBAMBINI

E POI CI SONO GLI ERRORI. NON PUO’ ESSERE STATO NIENT’ALTRO QUEL CHE E’ ACCADUTO SULLA SPIAGGIA DI GAZA CITY. UNA BARACCA, BAMBINI CHE GIOCANO, TRE RAZZI CHE DAL MARE LA COLPISCONO. 4 BAMBINI MUOIONO DAVANTI AGLI OCCHI DI DECINE DI GIORNALISTI CHE ERANO IN UN HOTEL LI’ VICINO. APPARTENEVANO TUTTI A UNO STESSO NUCLEO FAMILIARE, I BAKHR. AVEVANO DAI 7 AI 10 ANNI.
QUASI NELLO STESSO MOMENTO IN CUI SI COMPIVA QUESTA TRAGEDIA, NEL SUD DI ISRAELE,AD ASHKELON, LA VISITA DEL MINISTRO DEGLI ESTERI LIEBERMAN E DEL SUO OMOLOGO NORVEGESE VENIVA INTERROTTA DALLE SIRENE.
ALTRI RAZZI SPARATI DA HAMAS,IL TERRORE PER INTERMINABILI MINUTI E POI LO SCUDO, CHE FINORA HA SALVATO CENTINAIA DI VITE ISRAELIANE, ANCHE STAVOLTA LI INTERCETTA.
IL RIFIUTO DI HAMAS DELLA PROPOSTA DI TREGUA EGIZIANA- ACCETTATA DA ISRAELE- E’ CONCAUSA DI TUTTO QUESTO ORRORE. DEI MORTI PALESTINESI, OLTRE 200, E DI QUELLI ISRAELIANI, 1. I CITTADINI DELLA STRISCIA, AI QUALI I DIRIGENTI DI HAMAS HANNO DETTO DI NON ABBANDONARE LE LORO CASE NONOSTANTE GLI AVVISI ISRAELIANI ARRIVATI SU VOLANTINI, SONO ORMAI OSTAGGIO DI UNA LEADERSHIP-QUELLA DI HAMAS- CHE STA TENTANDO DI GIOCARE AL RIALZO SUL TAVOLO NEGOZIALE. IL PREMIER NETANYAHU, INCONTRANDO IL NOSTRO MINISTRO MOGHERINI, CHIEDE CHE LA COMUNITA’ INTERNAZIONALE CONDANNI HAMAS. SE LE CITTA’ ITALIANE VENISSERO ATTACCATE L’ITALIA NON SI DIFENDEREBBE? DOMANDA NETANYAHU.
ABU MAZEN E’ IN EGITTO, PER QUELL’INCONTRO NEGOZIALE RIFIUTATO DA HAMAS. GRAN PARTE DI GAZA CITY E’ UNA CITTA’ FANTASMA E TRE QUARTI DELLA POPOLAZIONE ISRAELIANA VIVE SOLO NEGLI INTERVALLI TRA UNA SIRENA E UN’ALTRA. LA GUERRA CONTINUA, E CONTINUERANNO GLI ERRORI, I DANNI COLLATERALI, I MORTI INNOCENTI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...